Come funziona il TOLC di medicina 2023

Come funziona il TOLC di medicina 2023

Gennaio 2023 | Vuoi finalmente capirci qualcosa su come funziona il TOLC di medicina 2023?
Come promesso dal MUR, ecco pubblicate tutte le caratteristiche pratiche e burocratiche del nuovo TOLC-MED e TOLC-VET nel decreto pubblicato online il 30 novembre. 

Quante domande ci sono nel nuovo TOLC-Medicina 2023?

Nel nuovo test TOLC ci sono in totale 50 domande, da svolgere in 90 minuti, così distribuite:

  • Comprensione testo, conoscenze acquisite negli studi: 7 domande in 15 minuti
  • Biologia: 15 domande in 25 minuti
  • Chimica e fisica: 15 domande in 25 minuti
  • Matematica e ragionamento: 13 domande in 25 minuti

Quali sono le differenze rispetto al test passato?

Fino all’anno scorso anno il test era cartaceo e il candidato poteva svolgere liberamente la prova rispondendo ai quesiti delle varie materie nell’ordine di propria preferenze.

Dal 2023 il test sarà svolto al computer e sarà suddiviso in sezioni ben specifiche, ciascuna con delle tempistiche definite. Per esempio, come abbiamo già indicato sopra, la sezione di biologia dovrà essere necessariamente svolta in 25 minuti, dopodiché il sistema proporrà al candidato la sezione successiva, per esempio chimica, e così via.

Come iscriversi al TOLC-Medicina

Prima di iscriverti al TOLC-MED devi necessariamente iscriverti e creare un account sul portale cisiaonline.it. 

Successivamente potrai:

  • visualizzare tutte le tipologie di TOLC ed iscriverti ad uno di essi
  • scegliere data e sede in cui sostenere il test (che l’università pubblicherà entro 30 giorni dall’inizio della sessione di tuo interesse)
  • modificare l’iscrizione a un test già prenotato, scegliendo una data o una sede diversa

Attenzione! All’interno di una singola sessione puoi svolgere massimo un test per ogni tipologia di TOLC. 

Come verranno attribuiti i punteggi?

Attraverso il calcolo del punteggio equalizzato, che dipende dalla somma di due parametri:

  • Punteggio non equalizzato
    cioè quello conseguito con le risposte fornite ai quesiti, secondo i seguenti criteri:
    +1,00 punti per ogni risposta esatta;
    – 0,25 punti per ogni risposta errata;
    0 punti per ogni risposta omessa.
  • Coefficiente di equalizzazione della prova
    determinato dalla difficoltà della prova. Viene calcolato secondo un’apposita equazione e permette di rielaborare un risultato in dipendenza dalle difficoltà dei quiz.

I TOLC somministrati saranno fondamentalmente diversi tra un candidato e l’altro, anche nella stessa data di svolgimento. Ma grazie all’equalizzazione del punteggio, le prove risulteranno equilibrate in termini di difficoltà, evitando così svantaggi o vantaggi causati da prove più o meno difficili.

In caso di DCA (disturbi certificati dell’apprendimento) è consentito:
  • la presenza di un tutor
  • in caso di accertata discalculia, l’utilizzo della calcolatrice
  • 30 minuti in più per la prova

Tutte queste regole valgono solo ed esclusivamente per il test di ingresso presso facoltà statali: se ti interessa sapere quali sono le differenze rispetto ai test degli atenei privati, puoi leggere il nostro articolo dedicato.

Qual è il punteggio minimo utile per entrare?

Ogni prova, ogni anno, presenta una variabilità di punteggi, che rende difficile il confronto con test di anni precedenti.

Ciò che ti permette di accedere alla facoltà dei tuoi sogni, non è un punteggio buono in assoluto, ma il migliore rispetto a ciò che fanno tutti gli altri: non si tratta di una semplice prova in cui i voti vanno da 20 a 90 e se fai 70 passi perchè è un buon risultato. Se tutti i candidati facessero 70, la selezione di chi potrà iscriversi, si aggirerà su punteggi più alti ancora.

Con l’introduzione del TOLC anche per la facoltà di Medicina e Chirurgia, si sono delineate tantissime differenze rispetto ai test passati.

La possibilità di svolgere la prova due volte all’anno non comporta la possibilità di aggirare il numero chiuso di queste facoltà, perché oltre al punteggio in sé, la possibilità di entrare più o meno facilmente è determinata primariamente dal numero di posti messi a disposizione dagli specifici decreti e dalla quantità di candidati che concorrono per quei posti.

Come funziona la graduatoria del TOLC-Medicina?

È importante conoscere i criteri di costruzione e funzionamento della graduatoria e di seguito ne parliamo descrivendone i principi generali. Per approfondire gli aspetti pratici, relativi al prossimo anno , ti rimandiamo al nostro articolo dedicato.

  1. La graduatoria nazionale protegge sempre il punteggio più alto
    Si tratta di una logica, più facile da capire con un esempio: il candidato A ottiene 70 punti, un punteggio sufficiente per aggiudicarsi un posto presso la facoltà di Padova, ateneo da lui indicato come terza scelta. Il candidato B ottiene 69 punti, ma ha messo Padova come prima scelta di preferenza.
    Ebbene, a chi verrà assegnato il suddetto posto?
    La priorità verrà data SEMPRE al candidato con il punteggio più alto! In questo caso, verrà data la precedenza al candidato A.

  2. L’ordine delle scelte è un ordine preferenziale, dato che si può solo risalire tra le proprie scelte e mai scendere!
    Ritornando all’esempio di prima, il candidato A potrebbe aver selezionato le proprie preferenze, così:
    1° scelta: Milano Bicocca
    2° scelta: Milano Statale
    3° scelta: Padova
    4° scelta: Roma
    5° scelta: Napoli
    Con un punteggio pari a 70 non risulta subito vincitore nelle prime due scelte, ma nella terza; Padova. Cosa può fare a questo punto?
    – può aspettare gli scorrimenti, ma solo per “risalire” la propria lista, quindi nelle due facoltà di Milano;
    – può accettare subito il posto a Padova
    In alcun caso, può concorrere per Roma e Napoli: queste sono sedi al di sotto della prima facoltà utile ad entrare e vengono cancellate di ufficio.
    Per questo motivo, è fondamentale che la scelta venga fatta in base alle proprie preferenze personali e non in modo casuale: il punteggio più alto viene protetto, ma non permette di scegliere liberamente in quale facoltà iscriversi, una volta che la graduatoria viene pubblicata.
    Non mettere scelte a cui sei meno interessato tra le prime.

  3. Odontoiatria ha di solito un maggior numero di scorrimenti e sono sufficienti punteggi inferiori per entrare, rispetto a medicina.
    Saperlo è importante perché la graduatoria è unica per medicina e odontoiatria e dovrai fare attenzione a indicarlo mentre inserisci le sedi.

  4. I corsi di Laurea di Veterinaria e IMAT hanno test e graduatorie diverse!

 

Crediamo in un modo migliore di apprendere e di insegnare, più coinvolgente e basato sulla formazione tra pari.

Vuoi prepararti insieme a noi?

Studenti dei corsi Testbusters
Carrello