//Matematica e fisica: come studiarle per il Test di Medicina
  • Come studiare matematica e fisica per il test

Matematica e fisica: come studiarle per il Test di Medicina

Solo otto domande di matematica e fisica e programmi molto estesi. Come fare per ottimizzare i tempi in vista del test d’ammissione? I programmi esposti nei bandi ministeriali dei diversi anni vedono modifiche minime e poco influenti riguardo la preparazione necessaria per gli studenti.
Il programma di matematica e fisica comprende gli argomenti trattati durante i 5 anni di liceo:

  • Fisica: da misure e vettori, all’elettromagnetismo (cenni)
  • Matematica: da insiemi e algebra, fino al calcolo delle probabilità

I grafici (vedi a fine articolo) illustrano gli argomenti più ricorrenti al test dal 2013 a oggi. Urge, a questo punto, trovare un metodo di studio appropriato, anche perché il tempo dedicato dallo studente medio a questa sezione della prova è generalmente scarso.

Le tipologie di esercizi sono sempre le stesse e il livello di difficoltà è tutt’altro che alto. I quesiti di queste due materie sono quindi accessibili sia agli studenti provenienti dal liceo scientifico che a quelli del classico, del linguistico o di un altro istituto. Questi ultimi faranno un po’ più di fatica e punteranno a totalizzare tra i 6 e gli 8 punti, mentre i primi posso tranquillamente puntare al massimo: 12 punti.

Chi ha frequentato i nostri corsi ha ben chiari quelli che sono i consigli di TestBusters: tanta pratica e un solo testo di teoria. Per quanto riguarda gli esercizi, sarà necessario selezionarli attentamente. Scegliete quelli standard, non troppo specifici e intricati: raramente al test troverete esercizi che necessitano più di due passaggi per arrivare al risultato.

Cercate di associare una tipologia di esercizio alla sua formula risolutiva o a una specifica strategia per ogni argomento. Noi crediamo molto nelle soluzioni commentate. Se non avete esercizi che le abbiano, cercate di crearle voi. Spiegare un argomento è il miglior modo per imparare e, soprattutto, per capire quale sia il livello di conoscenza raggiunto.

Per la teoria usate i libri del liceo, che già conoscete e con i quali si suppone abbiate già confidenza. Usateli per correggere i vostri esercizi e per richiamare i vari concetti, non procedete ad una inutile e sfibrante lettura integrale.

Quando avrete delle buone basi, o se le avete già dall’inizio (perché avete superato un esame di fisica in qualche altra facoltà o magari l’avete “fatta” bene al liceo), un ottimo strumento di ripasso è il nostro libro di teoria, sintetico ed efficace.

Dite addio alla calcolatrice: per ogni calcolo, nei momenti sia di studio che di svago, cercate di non usarla. È fondamentale, per tutte le materie, arrivare al test con buone abilità di calcolo mentale. Inoltre consente di risparmiare minuti preziosissimi.

Non mollate! La sezione di matematica e fisica può e deve essere per molti di voi un modo per guadagnare punti sicuri. È difficile che vi possano sorprendere con argomenti strani. Il cammino per arrivare a medicina è lungo e difficile, ma ce la faremo insieme. Contate su di noi e tirate fuori tutta la vostra determinazione e voglia di vincere.

Dopo il test potrete dimenticare, quasi, tutto.

Percentuali frequenza argomenti matematica

Percentuali frequenza argomenti fisica

Scritto da |2019-07-17T15:11:33+02:0015 luglio, 2019|Consigli per lo Studio|0 Commenti

Autore:

Nata a Milano nel 1994 e cresciuta in quel di piazza Piola, avrei potuto fare la pallavolista o la fotografa ma grazie a un Testbusters mi sono ritrovata ad attraversare pigramente piazza Leonardo per frequentare Medicina al polo centrale. Faccio parte del team di Matematica e Fisica.

Le vendite termineranno Lunedì 26 Settembre alle ore 16.00 Esclusi Corsi e Manuali IMAT Ignora