In Biologia capita spesso di trovarsi di fronte a nomi astrusi o difficili da ricordare che in più, come se già non bastasse, spesso si assomigliano tra di loro.
E diciamocelo sinceramente: al test d’ingresso sarebbe davvero un peccato sbagliare una domanda solo per avere confuso due termini!
Per esempio, alzi la mano chi non ha mai scambiato centrosoma con centromero o centriolo con cinetocore!
Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su queste quattro parole con due diversi esercizi.

ESERCIZIO 1

Quanti centrosomi e quanti centrioli sono presenti in una cellula in metafase mitotica?

  1. 1 centrosoma e 1 centriolo
  2. 1 centrosoma e 2 centrioli
  3. 2 centrosomi e 4 centrioli
  4. 1 centrosoma e 4 centrioli
  5. 2 centrosomi e 2 centrioli

Correzione commentata:

Il centrosoma è una struttura che si trova generalmente vicino al nucleo: all’inizio della mitosi, i due centrosomi vanno a posizionarsi ai due poli opposti della cellula e generano i microtubuli del fuso mitotico. Proprio per questo il centrosoma è definito anche MicroTubule Organizing Center (MTOC). Ogni centrosoma contiene una coppia di centrioli.

I centrioli, invece, sono degli organelli dotati di una struttura particolare: ciascuno di essi è costituito da nove triplette di microtubuli disposti circolarmente, come a formare un tubo (o un maccherone, se preferite). I microtubuli sono come una collana di perle in cui ogni perla è una molecola di tubulina (una proteina). La struttura ricorda quindi quella dei corpi basali delle ciglia o dei flagelli cellulari, ma manca la coppia di microtubuli centrale. I due centrioli contenuti nel centrosoma sono disposti ad angolo retto e contribuiscono alla formazione del fuso mitotico.

Ciascuno dei microtubuli che originano dai due centrosomi va ad “agganciare” uno dei due cromatidi fratelli e lo fa migrare verso il polo della cellula. In questo modo, dopo l’anafase, le coppie di cromatidi fratelli sono separate e finiranno poi nelle due cellule figlie.

Durante la fase S, quando la cellula duplica tutto il suo patrimonio genetico, anche il centrosoma viene duplicato. Poiché ogni centrosoma contiene 2 centrioli, dopo la duplicazione avremo 4 centioli e 2 centrosomi.
Risposta corretta C.

ESERCIZIO 2

Quale delle seguenti strutture è costituita da acidi nucleici?

  1. Cinetocore
  2. Centrosoma
  3. Centriolo
  4. Centromero
  5. Complesso sinaptinemale

Correzione commentata:

Come abbiamo visto prima, centrosoma e centriolo non sono costituiti da acidi nucleici e possono essere scartati subito. Vediamo quindi le differenze tra cinetocore e centromero.
In questi casi, torna utile, soprattutto per i classicisti, ricordarsi da dove derivano queste due parole. Mèros in greco significa “parte”: il centromero è quindi la “parte centrale” del cromatidio. I due cromatidi fratelli, infatti, sono tenuti insieme a formare la caratteristica “X” proprio a livello del centromero, che quindi altro non è che una porzione di DNA con caratteristiche particolari (altamente ripetuto e condensato) a livello della quale i due cromatidi si uniscono.

Il cinetocòre, invece, è una struttura proteica che si “aggancia” a ciascun cromatidio a livello del centromero. Anche qui il greco aiuta: “cineto” indica il movimento (da lì anche cinetica) e infatti queste proteine servono proprio per “muovere” i cromatidi. Quando si forma il fuso mitotico, i microtubuli partono dai poli opposti della cellula e vanno ad attaccarsi ai cromatidi fratelli, “tirandoli” poi, in anafase, verso i poli opposti della cellula. Il cinetocore si può immaginare come una sorta di maniglia (proteica) posta sul cromatidio a livello del centromero: il microtubulo, che parte da un centrosoma, si allunga, raggiunge il cromatidio sulla piastra metafasica, afferra la “maniglia” e con quella trascina il cromatidio verso un polo cellulare.

Nell’immagine sotto possiamo vedere in azzurro i due cromatidi fratelli, in rosso i due cinetocori, posti a livello del centromero, e in verde i due microtubuli che hanno agganciato i cinetocori.

Il complesso sinaptinemale, nonostante il nome impossibile, è semplicemente una struttura proteica che si forma durante la meiosi I tra i due cromosomi omologhi per tenerli vicini e permettere poi che avvenga il crossing over. L’unica struttura, tra quelle proposte dall’esercizio, che è costituita da acidi nucleici è quindi il centromero, che è un tratto di DNA.
Risposta corretta D.

Fatevi ora un schema riassuntivo con questi quattro nomi e il loro significato e ogni tanto riguardatelo. Vedrete che, una volta presa confidenza, non vi metteranno più in difficoltà!