Guide di Ateneo: Università degli Studi di Torino

Guide di Ateneo: Università degli Studi di Torino

Delle molte cose che si possono raccontare in merito alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino una è probabilmente quella che salta maggiormente all’occhio di coloro che si preparino a frequentarla o che stiano iniziando a farlo, ovvero la sua “Anatomia” territoriale distribuita pressochè su buona parte del capoluogo stesso (e dintorni).

Questo è dovuto, innanzitutto, al fatto che la sede del corso di laurea in lingua italiana, AOU Città della Salute-Polo Molinette (o più affettuosamente “Le Moli” dagli studenti) è situato entro i confini della città, soprattutto per quanto riguarda le strutture didattico-amministrative. 

Diversamente la sede del corso di laurea in Medicine and Surgery lo ritroviamo nel polo ospedaliero San Luigi Gonzaga, nella città di Orbassano, nel pieno dell’hinterland torinese.

 

AOU Città della Salute (Medicina Molinette) (sito)

Baluardo storico della Medicina del capoluogo sabaudo, prende il nome dal nomignolo “Molinette” assegnato all’ospedale maggiore di Torino, il cui vero nome “San Giovanni Battista” è quasi sconosciuto ai più giovani, perché costruito direttamente sulla riva del fiume Po, ai piedi delle colline e un tempo circondato proprio da mulini ad acqua.

Si tratta di un enorme complesso ospedaliero, che affonda le sue radici storiche fino al XIII secolo, mentre per quelle strutturali che possiamo apprezzare tutt’ora bisognerà attendere il 1935, anno di inaugurazione della struttura originaria del complesso che ancora oggi esiste e si estende su 142000 mq con decine di padiglioni, strutture ospedaliere quasi annesse (CTO e Sant’Anna sono nelle immediate vicinanze) e tunnel sotterranei, che contribuiscono a creare una vera e propria “Città della Salute”. 

 

LE LEZIONI FRONTALI

 

I posti disponibili per Medicina all’anno 2021 sono 448 (+ 2 riservati ai cadidati extra-UE), distinti in quattro diverse classi (o “canali”) di circa un centinaio di studenti ciascuno, ripartiti come segue:

  • A Cognomi A-C
  • B Cognomi D-K
  • C Cognomi L-P
  • D Cognomi Q-Z

 

La didattica frontale si terrà per la maggior parte del tempo presso la nuovissima sede di via Marenco 32, dove saranno resi disponibili prossimamente (la pandemia ne ha rallentato i lavori) anche un punto ristoro e delle aule studio. 

Si tratta di una sede comodamente raggiungibili a piedi dalle più vicine fermate della metropolitana di Torino (“Nizza” e “Dante”) oppure le linee 42 e 67.

 

Le lezioni dal primo al terzo anno hanno una durata di quattro ore giorno. Al mattino l’orario sarà 8.30-13.00 mentre al pomeriggio 14.00-18.00. Per due settimane due canali seguiranno le lezioni al mattino e gli altri al pomeriggio, invertendosi successivamente.

ADE

Altre attività di didattica frontale ma a gruppi più ristretti (come i “crediti liberi-ADE” o attività di accompagnamento della didattica-ADI) potranno essere svolte in strutture situate nei dintorni, come:

  • MBC (Molecular Biotechnology Center), sito in via Nizza 52 

Come arrivare: metropolitana (fermata Nizza), bus (linee 9, 16, 18, 42, 67).

  • Dipartimento di Anatomia e Fisiologia Umana sito in Corso Massimo d’Azeglio

Come arrivare: metropolitana (fermata Nizza), bus (linee 9, 16, 18, 42, 67).

  • Torino Esposizioni, sito in Corso Massimo d’Azeglio 17 

Come arrivare: metropolitana (fermata Nizza), bus (linee 9, 16, 18, 42, 67).

  • Dipartimento di Biochimica (Aule Lenti): ingresso in via Michelangelo 27/C.so Raffaello 50 (doppio ingresso). 

Come arrivare: metropolitana (fermata Nizza), bus (linee 9, 16, 18, 42, 67).

 

Nella zona in cui si svolgono le lezioni si trovano numerosi parcheggi (es: Corso Raffaello, Corso Massimo d’Azeglio, via Ormea, Via Giuria) purtroppo tutti a pagamento e non custoditi (Tariffa ordinaria 1,50 €/h). 

 

DOVE STUDIARE

 

Per quanto riguardi le aule studio, oltre a quelle che saranno messi a disposizione nella sede di via Marenco, ricordiamo la presenza di alcune strutture che sono oramai diventate una sorta di trincea degli studenti di medicina torinesi, ovvero:

  • Sala Studio Edisu “Opera” in Via Michelangelo Buonarroti 17bis

Aperta dal lunedì alla domenica con orario 8:30-02.00

  • Sala Studio Edisu Pietro Giuria detta “Bunker” in via Pietro Giuria 17

Aperta dal lunedì alla domenica con orario 8.30-19.00;

Queste due implementano l’orario a 24h/7gg in periodo di sessione esami. Oltre alla Biblioteca Federata di Medicina Ferdinando Rossi in Corso Raffaello 30, aperta dal lunedì a venerdì con orario 9.00-17.00.

 

DOVE MANGIARE

 

Per rifocillarsi nelle meritate pause pranzo, invece, un punto ristoro sarà aperto presso la nuova sede ma esistono comunque alcune alternative come le mense EDISU convenzionate, delle quali riportiamo di seguito alcune informazioni:

  • Mensa universitaria Principe Amedeo

Via Principe Amedeo 48 – Contatti: + 39 011 835359

Mezzi pubblici per raggiungerla:

linee bus 13, 15, 16, 18, 68, 61, 24, 30, 53, 55, 56, 70, 93/, ST1, ST2

  • Mensa universitaria Olimpia

Lungo Dora Siena, 102/A – Contatti: + 39 011 4369665

Mezzi pubblici per raggiungerla:

linee bus: 3, 6, 15, 16, 19, 55, 68, 77, 75, ST1

Per ulteriori informazioni link diretto al sito dei servizi EDISU

Ad ogni modo ci teniamo a ricordare come esistano in zona una moltitudine di bar, baretti, pub, panetterie e locali che, assolutamente consci della torma di universitari affamati in zona, tendano ad operare prezzi di favore o comunque accessibili per le tasche dello studente universitario. 

 

TIROCINI

 

Argomento molto caldo che però dovrà attendere nella sua pratica il terzo anno.

Nel mentre, alcune attività considerate come tali sono:

  • Primo anno:
    • dissezione del cuore (di maiale) in sala settoria;
    • dissezione al cadavere virtuale Anatomage;
    • visione dei preparati istologici al microscopio ottico;
  • Secondo anno
    • tirocinio di laboratorio presso le varie strutture associate di Biochimica Clinica, Microbiologia, Endocrinologia, Anatomia Patologica e al centro di Biotecnologie
    • tirocinio di fisiologia (interpretazione dell’elettrocardiogramma) 
    • conferenze nell’ambito del SSN
  • Terzo anno
    • tirocinio pratico al simulatore di emergenze (un manichino estremamente realistico sul quale è possibile esercitarsi nei primi approcci clinici al paziente) 
    • tirocinio di 40h in Medicina Interna

Dal quarto anno prenderanno poi il via i vari tirocini canonici, che potranno essere svolti in quasi tutte le strutture ospedaliere cittadine (le Molinette tra tutte, in cui si ritrovano pressoché tutte le specialità esistenti) e vari ospedali convenzionati dell’hinterland torinese (Rivoli, Moncalieri, Settimo Torinese…) e del Piemonte/Valle d’Aosta.

 

PIANO STUDI DEL PRIMO ANNO

 

  • Primo semestre: 
    • Basi biologiche e genetica umana: basi biologiche, biologia molecolare e genetica umana sono i tre moduli che lo compongono. Si riprendono le nozioni basilari di biologia concentrandosi soprattutto sugli aspetti molecolari che la governano.                                                          
    • Biochimica: strutturale il primo semestre (strutture e funzioni delle biomolecole e i loro percorsi anabolici e catabolici) e speciale il secondo semestre (si approfondiscono le suddette vie metaboliche nei singoli tessuti e apparati).
    • Approccio al paziente e all’ambiente professionale sanitario: costituito dai moduli di inglese medico, relazione medico paziente e rischio in ambiente sanitario.
  • Secondo semestre                                                            
    • Fisica: ripresi concetti del liceo con “occhio” biomedico, per comprendere alcuni meccanismi fisiologici del corpo.
    • Istologia ed embriologia: studio dei tessuti dell’organismo e come questi si siano sviluppati prima della nascita. Parte del corso tratterà anche lo sviluppo di patologie neoplastiche.                                                         
    • Anatomia I:  studio degli apparati osteo-muscolo-scheletrico, cardiovascolare e della splancnologia.

 

STUDIARE AL’ESTERO

 

Sono attivi i programmi ERASMUS+ ed ERASMUS TRAINEESHIP a supporto dell’istruzione e della formazione della gioventù.

La mobilità Erasmus permette di trascorrere un periodo di studi, della durata minima di tre mesi e massima di dodici per l’ERASMUS+ e con una durata minima di un mese e massima di sei mesi per l’ERASMUS TRAINEESHIP, presso un altro istituto di uno dei paesi esteri che abbia firmato un accordo bilaterale con l’istituto di appartenenza (destinazioni). 

Lo studente riceve un contributo comunitario ad hoc, avendo la possibilità di seguire corsi e/o di usufruire delle strutture disponibili presso l’Ateneo ospitante senza ulteriori tasse di iscrizione, con la garanzia del riconoscimento del periodo di studio all’estero tramite il trasferimento dei crediti, effettuato con il sistema ECTS (European Credit Transfer System).

Se siete interessati a provare questa splendida esperienza, dovrete presentare la vostra candidatura tramite il bando annuale, pubblicato normalmente nel periodo di metà autunno.

 

MEDICINE AND SURGERY – Polo San Luigi Gonzaga, Orbassano (sito)

 

I posti disponibili sono 70 per studenti UE e non UE residenti in Italia. 

Vengono invece riservati 30 posti per studenti non UE non residenti in Italia e 1 posto per studenti di nazionalità cinese che abbiano partecipato al progetto Marco Polo.

 

Come raggiungerlo:
  • da Torino – C.so Orbassano, proseguire per BEINASCO, dopo il Centro Commerciale Ipermercato – alla rotonda a destra: seguire le indicazioni
  • da tangenziale Sud – uscire allo svincolo S.I.TO INTERPORTO, dopodiché uscire allo svincolo di BEINASCO. Proseguire fino al Centro Commerciale Ipermercato, alla rotonda a destra e seguire le indicazioni
  • dall’Aeroporto Caselle – navetta fino alla Stazione Ferroviaria di Porta Nuova
  • da Stazione Porta Nuova – Linea 4 fino alla fermata di P. Caio Mario, prendere Linea 43 fino all’Ospedale S. Luigi
  • da Stazione Porta Susa – Linea 10 fino alla fermata di P. Caio Mario, prendere Linea 43 fino all’Ospedale S. Luigi
  • da Stazione Lingotto – Linea 18 fino alla fermata di P. Caio Mario, prendere Linea 43 fino all’Ospedale S. Luigi

 

DOVE STUDIARE

 

Si tratta di una struttura del tutto diversa dal polo torinese, poichè unisce nella medesima struttura il polo ospedaliero, le aule per la docenza, le aule studio (le cosiddette “aule treno”), delle zone ristoro e un parco annesso per delle rilassanti pause studio, specie in primavera ed estate.

 

PIANO DI STUDI

 

Il corso di Medicina in inglese presenta nel suo piano di studi esami che si occupano della clinica dal terzo anno in avanti, similmente al corso di laurea in lingua italiana. 

Al primo anno è previsto un tirocinio della durata di una settimana in cui si affianca un infermiere per vedere come è strutturato l’ospedale e il ruolo del medico, dell’infermiere e dell’operatore socio-sanitario.

 

Gli esami pianificati per il primo anno sono: 
  • Introduction to medicine: un breve corso che spiega l’approccio corretto che deve avere il medico nei confronti del paziente. L’esame da sostenere non viene valutato con un voto ma soltanto con un’idoneità
  • Physics: esame di fisica che richiede conoscenze di base in particolare sulla parte relativa ai fluidi, che aiuta a capire e comprendere meglio l’esame di fisiologia da sostenere al secondo anno
  • Preparatory biochemistry and molecular biology: esame propedeutico al successivo esame di biochimica
  • Cell biology and genetics: esame di biologia che spiega il funzionamento e la struttura cellulare
  • Basis of Human Morphology I: prevede lo studio morfo-funzionale, topografico e anatomo-clinico degli apparati e sistemi organici
  • Biochemical and molecular basis of metabolism: introduce gli studenti alle basi molecolari necessarie per affrontare efficacemente i problemi medici. In particolare, la produzione di energia e la sua utilizzazione
  • English language or italian language: apprendimento del linguaggio scientifico.

Per quanto riguardi gli esami che possano costituire un potenziale blocco non ne esistono di tali dal primo anno al secondo anno.

 

L’orario delle lezioni al primo anno è pomeridiano, dalle 13:30 alle 17:30, da lunedì a venerdì. Per gli studenti entrati con gli scorrimenti successivi alla prima assegnazione esiste la possibilità di poter seguire nuovamente le lezioni nel mese di gennaio.

 

STUDIARE ALL’ESTERO

 

Il Polo, esattamente come il corso in lingua italiana partecipa ai progetti ERASMUS. 

Per vincere la borsa di studio è necessario consultare le condizioni del bando che viene pubblicato verso la metà dell’autunno

 

CONSIDERAZIONI

 

Si tratta nel complesso di una facoltà molto raccolta, con un numero di studenti nettamente inferiore al corso in italiano, che sicuramente favorisce l’interazione tra docenti e studenti e tra gli studenti stessi, che tra le altre cose si ritrovano spesso con compagni provenienti da nazionalità diverse, occasione quindi di notevole arricchimento culturale.

La struttura, inoltre, seppur isolata dalla città di Orbassano è dotata di tutti i confort necessari per la vita di uno studente, dal parcheggio gratuito alle aule studio e la mensa, che nel polo torinese sono disperse nel quartiere universitario.

Unica pecca è la dimensione della struttura ospedaliera, che per alcuni tirocini deve appoggiarsi a strutture esterne della città di Torino. 

 

SEGRETERIA

 

La segreteria alla quale dovrete rivolgervi è la segreteria studenti del Polo delle Scienze Mediche e delle Biotecnologie (sito). 

Indirizzo: Corso Massimo d’Azeglio 60 – 10126 Torino

Telefono: 0116709900 

Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 11:00 e da martedì a giovedì anche al pomeriggio con orario 13:30 – 15:00. 

 

BUROCRAZIA

Immatricolazione

Ai sensi del D.M. del 28 settembre 2011 è consentita la contemporanea iscrizione tra Conservatorio e Università degli Studi di Torino.
La domanda di immatricolazione viene effettuata sul sito dell’Università.

Procedura:

  • Login sul portale di Ateneo per accedere all’area riservata MyUniTO e selezionare nel menu la voce “Iscrizioni”.  
  • Selzionare la voce “Immatricolazione” e compilare la domanda online.
    Documenti necessari: 

    • una fototessera (utilizzata per la stampa della smart card universitaria)
    • copia di un documento d’identità in corso di validità
    • copia del codice fiscale
  • Al termine della procedura online è consigliato stampare la domanda di immatricolazione. Entro la scadenza prevista dal bando è necessario pagare la prima rata del contributo universitario.
  • Sempre su MyUniTO, dal menu “Iscrizioni”, selezionare la voce “Allegati carriera”, qui allegare entro la scadenza prevista dal bando i seguenti documenti:
    • domanda di immatricolazione compilata e firmata in tutte le sue parti
    • ricevuta del versamento della prima rata del contributo universitario
    • certificato vaccinale e certificazione relativa all’effettuazione della prova tubercolinica (prova Mantoux).

Nel caso non si disponesse al momento dell’immatricolazione di tali certificazioni, ci si impegnerà attraverso la dichiarazione sostitutiva “atto di notorietà” (disponibile nella sezione modulistica) a inserirle nella procedura online o a consegnarle alla segreteria studenti del Polo.
La procedura è valida anche per l’immatricolazione di studenti “assegnati” o “prenotati” a UniTO, che non hanno sostenuto il test in UniTO.
I candidati con diploma di scuola superiore conseguito all’estero potranno presentare domanda di partecipazione al concorso soltanto se hanno presentato domanda di candidatura sulla piattaforma dedicata Apply@UniTo, entro le scadenze specifiche pubblicate sul portale di Ateneo.
La candidatura presentata su Apply@UniTo non sostituisce la procedura di iscrizione al concorso di ammissione.

 

Trasferimento da altro ateneo e convalida esami
  • Richiedi il form di trasferimento all’Ateneo al quale sei iscritto.
    Attenzione alle scadenze e alle modalità di trasferimento previste dall’Ateneo di provenienza. Sono previste una finestra ordinaria e una straordinaria; nel secondo caso saranno accolte domande previo pagamento di un’indennità di mora dell’importo stabilito dal regolamento tasse e contributi. 
  • Entro le scadenze previste dal bando di ammissione al corso di studio, verso il quale intendi richiedere il trasferimento, compila online la domanda di trasferimento. 
  • Effettua il login e accedi alla tua MyUniTO, quindi seleziona la voce “Iscrizioni” e successivamente  “Immatricolazione”, inserendo come tipologia di ingresso la voce “Trasferimento in ingresso”. I documenti richiesti sono gli stessi che abbiamo visto prima.
  • La segreteria studenti del corso di studio di destinazione trasmette alla struttura didattica competente la documentazione relativa alla tua precedente carriera (foglio di congedo e eventuale libretto universitario).
    La pratica viene trasmessa affinché deliberi sulla convalida della carriera precedentemente svolta. 
  • Presentare presso gli sportelli della segreteria i programmi degli esami svolti per i quali si intende richiedere la convalida.

Le domande di trasferimento in ingresso sono sempre subordinate alla verifica dei posti disponibili per l’anno di corso secondo i posti assegnati annualmente dal Ministero. 

Inserisci la domanda di passaggio selezionando la tipologia del corso di studio di destinazione.

Parte burocratica
  • Verifica che i dati del corso siano corretti e conferma la domanda. 
  • Procedi, se necessario, all’autodichiarazione di esami sostenuti ma non ancora registrati nel libretto attraverso “Aggiungi Esame”.  
  • Allega la ricevuta della domanda in carriera: dal menu “Iscrizione” della MyUniTO seleziona la voce “Allegati carriera” e poi “Passaggio di corso”. In tale sezione allega anche il certificato vaccinale e certificazione relativa alla prova tubercolinica (o un momentaneo atto di notorietà).
  • Effettua il pagamento della tassa di passaggio e del bollo, che va effettuato improrogabilmente entro il giorno di scadenza previsto dal bando. 
  • Allega la ricevuta di pagamento in carriera: dal menu “Iscrizione” della MyUniTO seleziona la voce “Allegati carriera” e poi “Ricevuta tasse universitarie”.

La segreteria studenti prende in carico la richiesta di passaggio e la tua domanda passa in stato “Approvata”. Da questo momento la domanda di passaggio non può più essere cancellata, né modificata.

Dopo che la tua situazione tasse in carriera risulta in regola (semaforo verde in sezione “Tasse”), la segreteria studenti inizia l’iter amministrativo del passaggio: lo stato della domanda è “Approvata” e sei formalmente iscritto al nuovo corso di laurea.

 

Trasferimento interno all’Ateneo e convalida esami
  • Regolarizza la tua posizione amministrativa relativa al corso di studio a cui sei ancora iscritto (corso di partenza), pagando la prima rata della contribuzione studentesca. 

Per il pagamento accedi alla tua MyUniTO e alla voce “Tasse” scegli la modalità di pagamento tra le opzioni disponibili. 

Questo pagamento è utilizzato come prima rata per il nuovo corso di laurea. Quando il flusso relativo a tale tassa è associato alla tua carriera (semaforo verde nella sezione “Tasse”) puoi inoltrare la domanda di passaggio.

Parte burocratica
Nel caso in cui non trovassi la prima rata nella MyUniTO, o avessi qualunque altra difficoltà, rivolgiti con la massima urgenza alla segreteria studenti per verificare e risolvere eventuali criticità.
  • Effettua il login alla tua MyUniTO, da qui seleziona la voce “Iscrizioni”, successivamente “Domanda di passaggio” e poi la tipologia Programmato.

Attenzione: se risulti ammesso a più corsi di laurea ad accesso programmato, la procedura ti propone tutti i corsi di laurea per i quali sei immatricolabile. Selezionane uno solo e procedi con la richiesta della domanda di passaggio.

Se necessario, l’autodichiarazione di esami sostenuti ma non ancora registrati nel libretto può essere fatta attraverso il pulsante “Aggiungi Esame”. 

  • La tua domanda è ora in stato “Presentata” e verrà presa in carico dalle strutture competenti. 
  • Stampa la ricevuta della domanda di passaggio al termine del processo, utilizzando l’icona con la lente d’ingrandimento. 
  • Segnala gli esami sostenuti dei quali intendi richiedere convalida per il nuovo corso e firmala in modo leggibile.
  • Allega la ricevuta della domanda in carriera: dal menu “Iscrizione” della MyUniTO seleziona la voce “Allegati carriera” e poi “Passaggio di corso”. 
  • Allega anche l’autocertificazione esami sostenuti dei quali intendi richiedere la convalida per il nuovo corso di laurea, è necessario presentare presso gli sportelli della segreteria studenti i programmi degli esami svolti per i quali si intende richiedere la convalida.
  • Effettua il pagamento della tassa di passaggio e del bollo, allega la ricevuta di pagamento in carriera: dal menu “Iscrizione” della MyUniTO seleziona la voce “Allegati carriera” e poi “Ricevuta tasse universitarie”.

La segreteria studenti prende in carico la richiesta di passaggio e la tua domanda passa in stato “Approvata”. Da questo momento la domanda di passaggio non può più essere cancellata, né modificata.

Dopo che la tua situazione tasse in carriera risulta in regola (semaforo verde in sezione “Tasse”), la segreteria studenti inizia l’iter amministrativo del passaggio: lo stato della domanda è “Approvata” e sei formalmente iscritto al nuovo corso di laurea.

 

La valutazione dei crediti acquisiti nella precedente carriera (e il relativo anno di ammissione), sarà effettuata dal consiglio di corso di studio dell’Ateneo successivamente al ricevimento del foglio di congedo dell’Università di provenienza e secondo le modalità previste dalle singole segreterie studenti.

 

Successivamente i candidati riceveranno le istruzioni da seguire per la presentazione della domanda di convalida degli esami sull’account di posta elettronica di UniTo.

 

Per quanto riguarda i crediti conseguiti all’estero, la commissione valuta le domande di riconoscimento del titolo straniero e può concludere i suoi lavori con un riconoscimento totale oppure con un riconoscimento parziale. 

Vademecum immatricolazioni, iscrizioni, passaggi, trasferimenti e piano carriera. 

 

Rinuncia agli studi

Si può rinunciare agli studi solo nel caso in cui risultino pagate tutte le tasse universitarie pendenti. Dopo aver presentato domanda di interruzione agli studi ci si può immatricolare allo stesso corso di studio. Non è consentita l’iscrizione contemporanea a più corsi.

Per richiedere la rinuncia agli studi devi compilare l’apposita domanda e consegnarla alla segreteria studenti di appartenenza per ottenere l’autorizzazione da parte dell’ufficio competente. 

Per richiedere la sospensione degli studi devi compilare l’apposita domanda. La sospensione è revocata, su richiesta, solo se vengono meno le motivazioni che ne hanno consentito la concessione.

 

Scopri le altre guide di ateneo, firmate Team Testbusters.

 

Crediamo in un modo migliore di apprendere e di insegnare, più coinvolgente e basato sulla formazione tra pari.

Vuoi prepararti insieme a noi?

Studenti dei corsi Testbusters
Carrello