Pillole Testbusters – Biologia: le Malattie Veneree

Oggi ripassiamo un argomento di biologia, breve ma piuttosto quotato nel test: le malattie veneree.
Ci focalizzeremo su quelle 2-3 cose che secondo noi è più probabile vengano chieste al test, oltre al fatto che queste cose è bene saperle comunque: let’s make love, safely.

Malattie Veneree

  • sono per definizione le Malattie Sessualmente Trasmissibili, così dette da Venere, dea mitologica dell’amore (Venere per i latini, Afrodite per i Greci; pensate all’aggettivo Afrodisiaco, ecco Venereo è un sinonimo meno utilizzato; Venatorio invece non c’entra assolutamente niente, e significa, per chi non lo sapesse “legato alla caccia”, infatti l’arte venatoria è, banalmente, la caccia)
  • si trasmettono prevalentemente per via sessuale ma non solo (per esempio, una donna incinta può trasmettere l’infezione al nascituro: è anche frequente l’infezione, tra chi usa sostanze per via endovenosa, a causa dell’utilizzo di una siringa infetta)
  • sono causate da batteri, virus, parassiti e fanno piuttosto schifo! Al di là dell’estetica, spesso si tramutano in condizioni croniche che non è facile debellare (a volte è pure impossibile). Pensate che strazio, ritrovarsi a convivere con qualcosa per una notte priva di precauzioni

Ora ve le elenchiamo dicendovi l’agente infettivo che le causa (si parla di agente eziologico della malattia; l’eziologia è lo studio delle cause, ricordatevelo):

  1. AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) è causata da un virus, l’HIV (Human Immunodeficiency Virus). Il suo materiale genetico è a RNA ed è definito retrovirus, perché porta con sè anche un enzima speciale: la Trascrittasi Inversa. Le nostre cellule ne sono sprovviste e conferisce al virus la capacità di trasformare l’RNA in DNA, seguendo difatti l’inverso del dogma centrale della biologia (se non avete idea di quello di cui stiamo parlando, ripassate la trascrizione/traduzione del DNA al più presto).
    Quando si viene in contatto con il virus, si apre il periodo finestra in cui l’infezione sta facendo il suo corso, ma non viene rivelata nemmeno dagli esami del sangue e dura circa 3 mesi.  Inizia poi una fase di latenza, in cui i soggetti possono non manifestare sintomi, ma possono trasmetterlo con rapporti non protetti.  
    Quando il virus si attiva ed esce dalla fase di latenza si ha la cosiddetta sieroconversione in cui compaiono gli anticorpi, rilevabili nel sangue. Abbiamo un quadro manifesto di
    AIDS quando l’individuo ha una conta linfocitaria molto bassa e diventa, perciò, vulnerabile a qualsiasi agente patogeno, anche quelli che per un soggetto sano non sono pericolosi. E’ però questo, un quadro molto grave, che si ottiene dopo anni di infezione non controllata. Ad oggi, grazie alle moderne terapie farmacologiche, si mantiene sotto controllo la fase di latenza, le persone non sono più infettanti e, se pur legati ad una terapia per tutta la vita, possono evitare la fase di AIDS conclamato. Conducono infatti, una vita sicura per se e per gli altri, le donne possono avere gravidanze e l’aspettativa di vita è normale. Siamo molto lontani dalla condizione che si viveva negli anni ’80, utilizzando farmaci antiretrovirali.
    Pe ora non esiste un vaccino per l’AIDS, ma ogni anno la ricerca progredisce con questo obiettivo e negli ultimi anni si sono registrati i primi casi di guarigione completa.
  2. Gonorrea(anche detta Blenorragia) è causata da un batterio (Neisseria gonorrhoeae).
    Si cura con antibiotici (gli antibiotici funzionano per definizione solo sui batteri, ricordatevelo).
    Non vi serve sapere altro.
  3. Sifilide (anche detta LUE) è causata da un batterio, il Treponema Pallidum.
  4. Clamidia causata da un batterio, il Chlamydia Trachomatis.
  5. Trichomoniasi vaginale causata dal Trichomonas (un parassita umano, un protozoo).
  6. Candidosi vaginale causata questa volta da un fungo, Candida Albicans.
  7. Infezioni da Papilloma Virus (HPV, virus del papilloma umano).
    Il famoso PAP-TEST serve per evidenziare lesioni della cervice uterine, spesso causate dalla presenza di questo patogeno, che viene tipizzato con l’HPV TEST.
    E’ importante fare uno screening per le lesioni, perchè l’HPV può causare il tumore della cervice uterina (o del collo dell’utero).
    Non causa solo lesioni “interne” ma anche esterne, su genitali femminili e maschili, più evidenti e d’impatto, ma tipiche di sierotipi meno aggressivi di quelli associato al tumore. Ad oggi esiste un vaccino, obbligatorio per le ragazze intorno ai 13 anni, ma consigliato anche agli uomini, che possono esserne affetti ugualmente. Quindi…usate il preservativo!!
  8. Infezione Erpetica Genitale: è causata dallo stesso virus che vi da l’herpes alle labbra, ma un sierotipo specifico preferisce l’area genitale. Ci sono vari tipi di Herpes virus, non vi interessa saperli tutti.

Abbiamo finito. Speriamo che questo breve articolo vi possa aiutare a memorizzare questi concetti!

Alla prossima 🙂 passate il test e festeggiate con le precauzioni!

Crediamo in un modo migliore di apprendere e di insegnare, più coinvolgente e basato sulla formazione tra pari.

Vuoi prepararti insieme a noi?

Studenti dei corsi Testbusters
Carrello