//10 cose da fare il giorno prima del test

10 cose da fare il giorno prima del test

Tic, tac, tic, tac, il tempo scorre e voi per un momento immaginate di essere già arrivati alla vigilia del tanto atteso test d’ingresso. Molte saranno le emozioni che vivrete e altrettante le preoccupazioni, l’importante sarà non farsi confondere dalla situazione e cercare di rimanere “sul pezzo”. Per questo abbiamo cercato di stilare una lista delle cose da fare il giorno prima del test di medicina, per evitare di compromettere tutto il lavoro di preparazione al test proprio a ridosso della sfida.

Prima di tutto chiariamo che “Il giorno prima del test” comprende tutto il periodo dal risveglio della vigilia fino al momento in cui prenderete in mano la penna per segnare la prima crocetta. Per questa ragione, ogni fase di questo processo di avvicinamento deve essere curata nei dettagli per avere una performance adeguata all’impegno profuso.

Ma arriviamo subito al sodo, ecco le 10 cose da fare il giorno prima del test di ammissione a medicina:

  1. La sera prima della vigilia coricatevi presto e non mettete sveglie. Il mattino seguente il risveglio naturale e le ore di sonno in più vi permetteranno di mettere a frutto meglio l’ultimo giorno di studio mirato che vi resta.
  2. A pranzo e a cena (soprattutto a cena) mangiate il necessario, senza esagerare e soprattutto carboidrati senza condimenti pesanti o grassi di altro tipo, cosicché non sarete troppo appesantiti per studiare ancora un po’ il pomeriggio e che abbiate le riserve di zuccheri necessarie per il giorno seguente.
  3. E’ vero che “a un certo punto quello che sai sai”, però focalizzare qualche ora di studio (due o tre, al massimo quattro) il giorno della vigilia, sulle parti in cui si è più deboli, può tornare utile per guadagnare qualche punto in extremis.
  4. Non dormite il pomeriggio della vigilia. Se vi appisolate sul divano guardando le puntate inedite di Scrubs, rischiate poi di non riuscire a prendere sonno la sera, perdendo così riposo essenziale per la vostra riuscita nel test.
  5. Comprate un orologio di quelli tradizionali. Guardare l’ora sul telefono non vi sarà consentito durante la prova, con l’orologio saprete sempre quanto tempo vi resta e saprete inoltre regolarvi con le domande che richiedono più ragionamento.
  6. La mattina del test fate una colazione sana e sostanziosa. No, non sono vostra madre in incognito, ma fidatevi, se nutrite bene il vostro cervello la mattina, lui saprà come sorprendervi quando vi servirà che funzioni bene!
  7. Muovetevi di casa con il giusto tempismo. Non troppo presto così da aspettare ore davanti all’ateneo ancora prima che sorga il sole, ma neanche troppo tardi. Lo stress della fretta non ha mai buone ripercussioni sul prodotto del vostro lavoro.
  8. Portate solo pochi libri/quaderni su cui ripassare le ultime cose, soprattutto le più mnemoniche. Sovraccaricarvi di peso non serve, mentre un ripasso veloce di formule e nozioni che vi entrano meno in testa lo sarà molto. La memoria a breve termine può essere molto utile!
  9. Portatevi da bere. Potete immaginare quanto sarebbe spiacevole fare il test nel Sahara? Ecco non create questa situazione da soli! E visto che ci siete… Nel “kit di sopravvivenza” metteteci anche uno snack!
  10. Come prima di un lungo viaggio dove non sono previste soste, andate in bagno. Lo stimolo della minzione può essere fastidioso sotto stress.

Che la fortuna sia sempre dalla vostra parte!

Scritto da |2018-11-21T17:35:00+00:0030 agosto, 2018|Analisi & Opinioni|0 Commenti

Autore:

giovanni
classe 1995, vocazione clinica comparsa in un momento imprecisato sulla via di Damasco. Sempre sulla stessa via ho incontrato TB che mi ha permesso di studiare davvero medicina dal 2013 al San Raffaele e poi di iniziare a collaborare con la Crew nello stesso anno. Oggi sono nel team di coordinazione di Mate&Fisica.

Manuali in Prevendita. Verranno spediti da Fine Gennaio Ignora