Guide di Ateneo Testbusters: Università degli Studi di Perugia

Guide di Ateneo: Università degli Studi di Perugia

L’Università di Perugia nasce ufficialmente l’8 settembre 1308, data della bolla concessa dal papa Clemente V, sebbene una disposizione dello Statuto del 1285 impegnò il Comune a promuovere la creazione di uno “Studium”. La Facoltà di Medicina e Chirurgia è presente a Terni dal 1974 per tutti i corsi del secondo triennio, mentre nel 1998 è stato avviato anche il primo triennio. Ad oggi il numero complessivo di studenti iscritti è di 23304, dato indicativo della significatività degli studenti in una città di piccole dimensioni come Perugia. 

La finalità primaria del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia è chiaramente identificata nella preparazione all’esercizio della professione medica.
I laureati dovranno essere dotati delle basi scientifiche e della preparazione teorico-pratica necessaria all’esercizio della professione medica secondo quanto richiesto dalle direttive dell’Unione Europea. L’università degli Studi di Perugia raggiunge questa finalità attraverso le due sedi del Corso di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia: la sede di Perugia e quella di Terni. Entrambe le sedi condividono  lo stesso ordinamento didattico in un unico corso di Laurea.
Si accede alle due sedi dopo il superamento di un unico test di ingresso.
Per il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia sono stabiliti n. 272 posti totali. I suddetti n. 272 posti sono così ripartiti:

  1. “contingente comunitario – A”: sede di Perugia 225 posti, Sede di Terni 76 posti.
  2. “contingente extracomunitario – B”: sede di Perugia 15* posti, sede di Terni 4 posti.
    *all’interno del “contingente extracomunitario – B” sono riservati:
    – n. 3 posti per la sede di Perugia a cittadini della Repubblica Popolare Cinese partecipanti al Programma Marco Polo;
    – n. 10 posti per la sede di Perugia per accordi internazionali per rilascio doppio titolo.

Come funziona l’assegnazione ai poli?  Il test di ammissione è unico fra le due sedi e seleziona gli studenti a seconda del numero programmato per l’anno accademico. Gli studenti che hanno superato la prova d’ammissione al momento dell’iscrizione saranno ripartiti, in base alla loro posizione nella graduatoria, fra la sede di Perugia e quella di Terni.

POLO PERUGINO

La Facoltà di Medicina e Chirurgia della sede di Perugia offre 225 posti e gode della possibilità di usufruire delle strutture sanitarie del Polo Ospedaliero di Sant’Andrea delle Fratte, sia a scopo didattico che per la ricerca clinica.

COME ARRIVARE AL DIPARTIMENTO DI MEDICINA

La sede ufficiale del  Dipartimento di Medicina si trova nell’edificio a forma di Torre Ellittica presso l’Ospedale di Perugia “Santa Maria della Misericordia” il cui indirizzo è il seguente:

Polo Unico Sant’Andrea delle Fratte

Via Gambuli, 1  –Torre Ellittica – Edificio A

06156 Perugia

Per raggiungere il Dipartimento di Medicina:

  • in aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Sant’Egidio di Perugia (distante circa  20 km. Tempo in auto 21’, senza traffico). 
  • in auto: arrivati all’ospedale è necessario prendere la strada in discesa a destra del box portineria del Pronto Soccorso. La Torre Ellittica si trova dopo 150 m. Per raggiungere il parcheggio è necessario proseguire fino dopo la successiva rotonda.
  • in treno: raggiunta la Stazione Ferroviaria di Perugia, il polo ospedaliero si può raggiungere grazie al treno locale con destinazione Terontola/Firenze scendendo alla fermata” Perugia Ospedale”. Arrivati all’ospedale, basta prendere la strada in discesa a destra del box portineria del Pronto Soccorso e dopo 150 m. si trova la Torre Ellittica.
  • in autobus: grazie al servizio autobus città di Perugia “Umbria Mobilità” l’università può essere raggiunta attraverso la Linea B, C, F, I, R, Y, 110 e anche tramite Minibus: Z11, Z12, Z17.

DOVE STUDIARE? 

Tendenzialmente, trovare un posto dove studiare non è difficile: la biblioteca di medicina offre 150 posti e un vasto numero di libri da consultare e, eventualmente prendere in prestito. C’è anche la possibilità di verificare da casa se il libro di interesse è presente in biblioteca ed è prestabile, se è stato prestato o se disponibile solo per consultazione interna

La biblioteca presenta anche due aule studio prenotabili in cui possono recarsi gruppi studio di persone che vogliono ripetere fra loro a voce alta. Inoltre, ci sono anche due aule computer utilizzabili dagli studenti e numerose prese per ricaricare i propri device ad ogni tavolo.   

Oltre alla biblioteca, molti studenti si recano all’edificio edificio B del polo (dove sono presenti le aule in cui si tengono le lezioni) dove potete trovare 3 piani con numerosi tavoli e sedie dove è possibile ripetere a voce alta, sempre nel rispetto degli altri studenti (chiaramente non si è in un luogo isolato).
Se avete paura di annoiarvi in queste lunghe giornate di studio, non temete, c’è Romina, una signora ormai divenuta parte integrante dell’università (venitela a conoscere! La troverete pressoché sempre al piano 0 impegnata a intrattenervi con racconti, richieste sempre diverse e battute).

DOVE MANGIARE?

Difficilmente morirete di fame all’Unipg – medicina! 

Per mangiare le opzioni sono sostanzialmente 4: la mensa dell’università, la mensa dell’ospedale (a pochi metri dal polo universitario), il bar dell’università oppure portare il cibo da casa e mangiare sui tavoli (dove è anche possibile studiare).

  • Per quanto riguarda la mensa universitaria, il servizio è gestito dall’ADISU (Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria) ed è di buona qualità, il menù varia giorno per giorno e lo potete consultare quando volete scaricando l’app “BuonApp Adisu”. Prima di recarvi a mensa per usufruire del pasto, è necessario scaricare l’applicazione “Adisu Umbria Card” per poter ottenere il QR Code che garantisce l’accesso ai servizi della mensa. E’ disponibile un video tutorial per gli step necessari all’associazione dell’app al dispositivo mobile. Gli utenti sprovvisti di QR Code non potranno ritirare il pasto, ma c’è la possibilità di consumarlo a pagamento a tariffa piena e di richiedere successivamente il rimborso sulla base della tariffa assegnata.
  • La mensa dell’ospedale è sicuramente un altro servizio di qualità, il prezzo non varia con la fascia ISEE: per un tris (primo, secondo, contorno, acqua) il prezzo per gli studenti è di 4,50€. 
    Altrimenti potete prendere panini, pezzi di pizza, insalatone…
  • Il bar offre, invece, panini, pizzette, insalate di vario tipo (tonno/farro/pollo…) per un pranzo più rapido.

POLO TERNANO

La sede di Terni del corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia offre 80 posti e fa riferimento all’Azienda Ospedaliera Santa Maria. Il piccolo numero di studenti favorisce enormemente il dialogo con il corpo è Docente.

Si trova in via Mazzieri 3  e dispone di un ampio parcheggio proprio all’ingresso dell’università.
Il Corso dispone di 7 aule, uffici di segreteria studenti e segreteria didattica, biblioteca multimediale, aula informatica, laboratori di ricerca e didattici.

DOVE STUDIARE & DOVE MANGIARE?

La sede di Terni si caratterizza per la modernità delle sue strutture didattiche e un’organizzazione generale e logistica a “misura di studente”. Ogni studente, infatti, troverà a propria disposizione tutte le strutture didattiche e amministrative, la biblioteca, l’Ospedale “S. Maria” dove svolgere i tirocini previsti dall’ordinamento e la mensa favorendo così una maggiore concentrazione allo studio. 

Oltre alla biblioteca multimediale, sono disponibili numerose aule e postazioni di studio in ogni piano della struttura.

La mensa dell’Azienda Ospedaliera di Terni è gestita dall’ADISU, il menù varia giorno per giorno e lo potete consultare quando volete scaricando l’app “BuonApp Adisu”. Per accedere ai vari servizi, tra cui le agevolazioni relative alla mensa stessa, e evitare di pagare la tariffa piena, è consigliabile richiedere la tessera ADISU appena possibile. Ottenuta la tessera, la tariffa varia in base al reddito.

In alternativa alla mensa è possibile fare riferimento a bar e pizzerie al taglio della zona, oltre ad avere la possibilità di portare il pranzo da casa (all’area macchinette al piano terra è presente anche un forno microonde).

Orari delle lezioni: L’orario è consultabile in formato cartaceo all’interno del corso di laurea, esposto nella bacheca delle informazioni nei pressi delle aule di lezione, oppure tramite questo link.

COME SOPRAVVIVERE AL PRIMO ANNO

Tutta la didattica del CdS in Medicina e Chirurgia viene attualmente erogata online sulla piattaforma di Microsoft Teams, salvo quella del primo anno, che prosegue in modalità mista.

Elenco dei corsi ed Esami da sostenere:

  •  Lingua inglese e Inglese scientifico (4 CFU): entrambe due idoneità da conseguire al CLA (Centro linguistico d’ateneo); il primo non prevede lezioni, mentre il secondo sì nel secondo semestre (canalizzate); gli esami sono fatti a computer, il primo richiede una conoscenza di inglese liceale (PET), mentre il secondo viene svolto al termine di una serie di lezioni a tema scientifico;
  • Istologia ed embriologia (8 CFU): corso frontale a canali uniti nel corso del primo semestre (fortemente consigliata la presenza), correlato da una serie di incontri/esercitazioni per lo studio dei vetrini istologici. Per l’esame (il più importate del primo semestre) è consigliato lo studio sui libri di testo, sopratutto per Embriologia, affiancati dalle slides proiettate a lezione; all’esame, prima si viene interrogati su 3 vetrini (molto importanti perché vi verrà chiesto all’orale cosa avete sbagliato in laboratorio) e poi il professore interroga oralmente sia su Istologia che Embriologia.
  • Metodologia medico scientifica (9 CFU): blocco composto da 5 materie (le prime 3 il primo semestre e le altre 2 il secondo):
    • Antropologia: materia interessante, ma utile solo per la professione (assai lontana); all’esame (scritto) si viene esaminati sul libro consigliato dallo stesso professore, il quale, essendo tendenzialmente poco presente, risulta versatile all’esame, che quindi rimane sempre un’incognita;
    • Promozione della salute: all’esame è richiesta la presentazione di un progetto di promozione della salute, la cui stesura verrà spiegata dal professore; nel complesso lezioni molto interessanti, spaziano su vari argomenti ed il professore è molto cordiale.
    • Storia della medicina: professore ormai in pensione che insegna per hobby, trasmettendo la sua passione per la materia; nel complesso interessante per nutrire la curiosità. Per l’esame (scritto se in tanti, orale se meno di 30) è sufficiente studiare il materiale che si trova su Hackmed o meglio sugli appunti di qualche collega di anni superiori.
    • Epistemologia: materia lontanamente matematica al limite del misterioso per le tematiche che tratta; comunque esame (scritto) fattibile con il materiale che si trova su Hackmed o sulle sbobine degli anni superiori.
    • Psicologia della relazione: poche lezioni, molto generiche.
  • Medicina del lavoro (1 CFU): corso molto generico sulle leggi del lavoro ed esame (scritto) identico ogni anno; quindi sarà necessario solo seguire le lezioni.
  • Biologia e genetica (7 CFU): corso di introduzione alla biologia, che arricchisce gli argomenti studiati per il test, chiaramente in maniera molto più specifica. Si consiglia di integrare lo studio del libro con le slides, anche perché il professore all’esame (orale) si concentra molto su quello; il docente è comunque una persona tranquilla.
  • Fisica (5 CFU): Corso di fisica teorica, molto improntato sui risvolti medici; l’esame (scritto) si compone di una serie di domande a risposta aperta sulla teoria, senza nessun esercizio. Assolutamente sufficiente studiare dalle slides.
  • Chimica e Biochimica I (11 CFU): corso diviso in 3 insegnamenti: chimica inorganica e chimica organica fatti da un professore il primo semestre (la prima verrà verificata con un esonero scritto – domande a risposta multipla – verso metà novembre, mentre la seconda richiede sia lo scritto – domande a risposta multipla – che l’orale durante la sessione invernale), mentre Biochimica I verrà trattata nel secondo semestre (esame sia scritto – domande a risposta multipla e 8 strutture da disegnare – che orale). Le prime due materie sono solo un approfondimento degli argomenti già studiati per il test, quindi non sarà difficile affrontare l’esame. Diverso è il discorso per Biochimica I: si tratta di una materia complessa che getta le basi per un altro corso trattato il primo semestre del secondo anno (Biochimica II), quindi è consigliato uno studio attento, ma non vi risulterà faticoso perché è l’unico esame della sessione estiva; sufficiente studiare solo le sbobine.
  • Anatomia I (8 CFU): corso che tratta la prima parte dell’Anatomia umana, studiata topograficamente, che verte su Torace ed Addome (Pelvi e Perineo, Collo, Testa e Sistema nervoso sono argomenti che tratterete in Anatomia II il primo semestre del secondo anno); il professore è molto bravo, per cui vi sarà sufficiente prendere appunti ed integrarli con le slides per essere preparati a sostenere l’esame: quest’ultimo è diviso in 5 esoneri scritti (2 di Anatomia I e 3 di Anatomia II), che verranno fissati durante il semestre; gli esoneri sono composti da domande a risposta multipla (5 opzioni di risposta) e 4/5 schemi anatomici di cui vi viene chiesto il nome di circa 8 strutture. I primi due esoneri sono alla mano, ma servono da palestra per affinare il metodo di studio, cruciale per affrontare gli altri 3 esoneri.

Non sono previsti blocchi legati al raggiungimento di un numero minimo di CFU nè al secondo anno né in nessun’altra occasione nel corso dei 6 anni di studi.

Sono però previste delle propedeuticità che vincolano la possibilità di sostenere determinati esami.

SECONDO ANNO

Il secondo anno è diviso in due semestri di lezioni: il primo va da ottobre fino alla metà di gennaio circa, mentre il secondo va da marzo fino alla fine di maggio.

Il primo semestre:

  • Anatomia II (BIO/16, 8 CFU): L’anatomia umana del secondo anno verte principalmente su pelvi, perineo, arti, testa, collo e neuroanatomia. Il tutto è diviso in tre esoneri (test a risposta multipla e immagini da completare): il primo comprende pelvi, perineo e arti; il secondo testa e collo e, infine, il terzo e ultimo esonero comprende la neuroanatomia. Lo svolgimento, con buon esito, di tutte le prove permette di concludere lo studio della materia prima delle vacanze di natale. Il professore non è solito convalidare esami svolti in altre facoltà, ma è comunque molto disponibile nei confronti degli studenti. In caso di recupero di più prove scritte, o della materia in toto, è solito far svolgere almeno due esoneri nella stessa giornata (possibile anche prova orale). Infine, il corso comprende delle esercitazioni a gruppi volte ad un’ attività di ripasso: grazie all’utilizzo di un ecografo vengono analizzate molte delle strutture studiate in aula, ma in vivo. 
  • Biochimica II (BIO/10, 9 CFU): il corso è ben strutturato e copre una vasta gamma di argomenti che riguardano soprattutto i metabolismi delle principali classi di macromolecole. Le materie trattate richiedono uno sforzo mnemonico maggiore rispetto a quello della biochimica I. L’esame si svolge con le stesse modalità del precedente (scritto + orale), mentre le lezioni sono tenute da più professori che trattano diversi argomenti.
  • Immunologia ed Immunopatologia (MED/04, 6 CFU): forse uno dei primi insegnamenti che si avvicinano all’ambito medico. Il corso è canalizzato ma svolto con le stesse modalità: prova esclusivamente orale. L’insegnamento è tenuto da più docenti, anche questi molto disponibili.
  • Metodologia medico scientifica II: diviso in 3 insegnamenti:
    • Bioingegneria Elettronica ed Informatica (ING-INF/06, 2 CFU): materia a primo impatto astrusa e incompatibile con l’ambito medico, ma che in realtà si configura come una chiave di lettura insolita ma piuttosto utile: saprà sorprendervi. Il corso è canalizzato e affrontato con estrema serietà da entrambi i professori che, fra l’altro, offrono la possibilità di affrontare l’esame ai primi di dicembre. L’esame consiste in un test a scelta multipla per il canale A (cognomi A-L) mentre 12 domande aperte per il canale B (cognomi M-Z). In genere basta studiare dalle slide/sbobine.
    • Statistica Medica (MED/01, 3 CFU): il corso di statistica risulta, nel complesso, abbastanza utile. L’esame è scritto e può essere diviso in due esoneri, il primo a ottobre e il secondo a dicembre (oppure in una unica prova a dicembre), questo consiste principalmente in esercizi: 3 nel primo esonero e 2 nel secondo. L’esame può essere superato abbastanza facilmente studiando da appunti/slide/sbobine. 
    • Scienze infermieristiche (MED/45, 2 CFU): materia volta alla spiegazione di aspetti piuttosto pratici e assolutamente utile in quanto accompagnata da 25 ore di tirocinio in reparto (1 CFU compreso nei 2 totali). Non comporta una prova da superare e quindi non fa media nella determinazione del voto di metodologia medico scientifica II.

Il secondo semestre:

  • Fisiologia Umana (BIO/09, 10 CFU): prima di due parti (seconda parte affronta durante il primo semestre del terzo anno), è incentrata esclusivamente sulla neurofisiologia. Il professore permette di svolgere una prova in itinere fra i due semestri di lezioni – che è facoltativa – quindi si può scegliere anche di dare l’esame per intero (insieme alla seconda parte che è fisiologia d’organo) durante la sessione invernale del terzo anno.
  • Patologia e fisiopatologia generale (MED/04, 8 CFU): prima di due parti (seconda parte affronta durante il primo semestre del terzo anno), in questo caso è assente la possibilità di affrontare una prova in itinere: l’esame si svolge nella sessione invernale del terzo anno e comprende gli insegnamenti dei due semestri.
  • Microbiologia (MED/07, 7 CFU): insegnamento quasi totalmente mnemonico. I professori sono abbastanza preparati e, in genere, alleggeriscono la pesantezza delle lezioni creando un clima “conviviale”. L’insegnamento è accompagnato da 1 CFU (compreso nei 7) di tirocinio, prettamente pratico, svolto in reparto. L’esame è orale e si può sostenere a partire dalla sessione estiva.

Quando inizia la clinica? La vera e propria clinica inizia dal secondo semestre del terzo anno: le materie cliniche sono raccolte in moduli (Patologia Sistemica I-II-III-IV-V-VI) e in questo semestre si svolgono le lezioni di Patologia Sistemica I (Cardiologia e Chirurgia Vascolare) e II (Nefrologia, Genetica ed Endocrinologia).

Possibilità di studio all’estero

Il nostro ateneo offre diverse possibilità di studio all’estero: in primo luogo è opportuno nominare il Programma Erasmus+, che in breve consiste in uno scambio studentesco tra atenei della durata di circa 6-10 mesi che permette di vedere come si articola la cultura in paesi diversi dal proprio.
Esiste inoltre il Progetto Erasmus Traineeship che, in questo caso, consiste in un’esperienza esclusivamente di tirocinio.

Inoltre, la nostra sede può offrire il conseguimento di un doppio titolo di laurea in Medicina e Chirurgia (sia italiano che russo) in seguito a uno scambio tra l’UniPG e la Pirogov’s Russian National Research Medical University (Russia); ha un’estensione di 3 anni ed è un’opportunità dedicata soprattutto a coloro i quali siano interessati alla chirurgia, considerata un’eccellenza russa. È presente inoltre una ulteriore opportunità extra-erasmus per il Dipartimento di Medicina: presso la Mie University School of Medicine in Giappone nell’ambito dell’Accordo Culturale coordinato dal Prof. Paolo Gresele.

Segreterie

Sedi e contatti degli Uffici Gestione Carriera studenti (segreterie studenti) di Perugia

  • Dipartimenti: Medicina – Medicina Sperimentale – Scienze Chirurgiche e Biomediche
    • Piazzale Settimio Gambuli Edificio A (Ellisse)Polo Ospedaliero Sant’Andrea delle Fratte, 06132, Perugia
    • Contatti: 075.585.5913/5912; e-mail: segr-studenti.medicinaechirurgia@unipg.it
    • Orari: Mercoledì (10.00 – 13.00)  Martedì – Giovedì (14.30 – 17.00)

Ufficio Carriere Polo Scientifico e Didattico di Terni

  • Strada di Pentima, 4, 05100 Terni
  • Contatti: 0744.492.926; e-mail segr-studenti.terni@unipg.it 
  • Orari: Lunedì – Mercoledì – Venerdì: 10.00-13.00, Martedì – Giovedì: 14:30-17.00

 

L’università di Medicina e Chirurgia presenta tre siti principali:
1) http://www.med.unipg.it/ccl/
per consultare gli orari, le date degli esami, ricevere informazioni su eventuali modifiche circa questi ultimi, iscriversi ai tirocini e altre informazioni molto utili.
2) https://unipg.esse3.cineca.it/Home.do

accessibile solo a chi è già immatricolato come studente, funziona come un libretto elettronico, ci si prenota agli esami, si scaricano i bollettini delle tasse, si possono vedere i voti registrati, si monitora la propria carriera.

3) https://www.unistudium.unipg.it/unistudium/login/index.php

sempre accessibile solo agli studenti unipg, dove molti professori inseriscono il materiale come slides o dispense.

Burocrazia 

Immatricolazione

Puoi compilare la domanda di immatricolazione on-line direttamente da casa o recandoti presso il Punto Immatricolazioni di Perugia e Terni. 

IMMATRICOLAZIONE ONLINE 

  1.  Accedi a SOL (Servizi On Line) dal sito https://unipg.esse3.cineca.it/Home.do
    Se non sei mai stato studente dell’Università degli Studi di Perugia e non hai mai effettuato la registrazione al SOL-Segreteria OnLine, clicca su “REGISTRAZIONE”. Se invece sei già in possesso delle credenziali (Nome utente e password) clicca su “AUTENTICAZIONE” ed effettua il “login”.
  2. Compila la domanda di immatricolazione
    Effettuato il login compila la domanda di immatricolazione online cliccando sulla voce di menù segreteria-immatricolazione e inserendo tutte le informazioni e gli allegati richiesti nella procedura guidata, compresa una fotografia formato tessera.
  3. Alla fine della compilazione della procedura stampa il bollettino di I rata di immatricolazione
  4. Effettua il pagamento del bollettino di I rata di immatricolazione presso qualsiasi agenzia Unicredit Banca o collegandoti alla piattaforma PagoPA.

Perfezionamento dell’immatricolazione 

L’immatricolazione si considera perfezionata con il pagamento della I rata di immatricolazione. Una volta verificato l’avvenuto pagamento verrai contattato per e-mail dall’Ufficio Carriere Studenti del tuo corso di laurea che ti indicherà il giorno in cui presentarti per ritirare il Tesserino Universitario. 

PUNTI IMMATRICOLAZIONE

PERUGIA: Il Punto Immatricolazioni ha sede presso il complesso monumentale di San Pietro, sede dell’Orto medievale e del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali – Borgo XX Giugno, 74 – 06121 – Perugia.

TERNI: ll Punto Immatricolazioni ha sede presso l’Ufficio Gestione Carriere Studenti del Polo Scientifico Didattico di Ateneo – Strada di Pentima 4, 05100 Terni.

Trasferimento da altro ateneo e convalida esami

Dopo aver presentato la domanda di trasferimento presso il tuo attuale Ateneo, puoi iscriverti presso l’Università degli Studi di Perugia seguendo le indicazioni sulle immatricolazioni online. Il contributo da pagare insieme alla prima rata di immatricolazione per il trasferimento in ingresso è pari a euro 66,00. 

Di norma la domanda di immatricolazione per trasferimento in entrata deve essere presentata dal I agosto al 20 ottobre di ogni anno.

Trasferimento interno all’ateneo e convalida esami

Le modalità per il passaggio di corso, per il riconoscimento dei crediti già acquisiti e le scadenze per presentare la domanda di passaggio sono tutte trattate al link.

Rinuncia agli studi

La rinuncia è un atto formale con il quale lo studente interrompe il suo rapporto con l’Università con conseguente perdita dello status di studente.

Pro e Contro

PRO CONTRO
  1. Molto fornita dai mezzi di trasporto (treno/autobus)
  2. Biblioteca medica, con sale computer e aule per gruppi studio
  3. Auletta tutor ed Erasmus buddy, dove chiedere info circa esami/domande erasmus/ altro
  4. Numerosi appelli distribuiti nell’arco dell’anno
  5. DIEGO, gentilissimo e super efficiente uomo-angelo della Segreteria che ti salverà la vita in mooolte occasioni (nel dubbio vai da Diego!)
  6. Mensa vicina, ottima qualità e ben gestita
  7. Erogatori di acqua gratuita
  8. SISM Perugia molto attivo
  9.  Numerose opportunità Erasmus
  10. Grande bar al piano 0 dell’università, ben fornito, ottimo per una pausa caffè in tranquillità
  11. Ampio parcheggio
  12. Nel piazzale dell’università è presente una piccola edicola adatta ad ogni&qualsiasi esigenza dello studente 
  1. Wifi presente ovunque, sebbene non sempre adeguatamente funzionante
  2. Non si fanno esami scritti, praticamenti solo orali (può essere un pro come un contro) 
  3. Intorno alla facoltà non c’è molto verde ed è lontana dalle altre facoltà

 

Scrivi un commento