//Università e liceo: quali differenze?

Università e liceo: quali differenze?

Giurata eterna amicizia agli amici del liceo, ogni studente fresco di maturità (e fresco di test d’ammissione) si accinge ad un percorso totalmente nuovo ed altrettanto avvincente: l’università. Libri pesanti, camici e tirocini rendono unica la carriera in ateneo a cui si aggiunge una maggiore autonomia nello studio. Per questo, l’università diventa un mondo totalmente nuovo, in cui confrontarsi e conoscere tante nuove persone. Ma quali sono le differenze tra lo studiare al liceo e all’università?

Ammesso che un buon liceo alle spalle dia le basi per una discreta organizzazione del tempo, dimentichiamoci interrogazioni, verifiche e scadenze a breve termine.

L’università è divisa in semestri o trimestri, nei quali i professori svolgono dei corsi e alla fine di questi tocca agli studenti testare competenze e conoscenze acquisite. Ciò richiede che lo studente abbia buone capacità di organizzare il proprio tempo durante il corso per prepararsi alla prova finale. All’esame si è giudicati in base alla performance, ancora di più che al liceo, in cui il professore conosceva bene carattere e capacità dello studente che aveva di fronte. Varcata la soglia dell’università si è un numero di matricola, i professori raramente conoscono il tuo nome e cognome.

Inoltre, si infittisce lo scambio di appunti, di dispense e di suggerimenti anche tra studenti di anni diversi. Nasceranno poi i gruppi di studio e di lavoro, che assumono una forma totalmente nuova rispetto al liceo.

Tra universitari si condivide il pomeriggio al parco a studiare e a prendere il sole, la mattina libera in biblioteca, la casa se si è fuorisede, il pranzo e – perché no – anche la serata al pub. Ancora più che al liceo, gli studenti universitari condividono molti momenti insieme, che li renderanno uniti anche a carriera universitaria conclusa.

In conclusione, la differenza principale tra il liceo e l’università è che si è lasciati al proprio destino, e per cavarsela bisogna imparare ad organizzarsi. Questo è fondamentale anche per poter avere altre attività oltre allo studio.

Non rimpiangere il liceo: l’università ti riserba ancora molte piacevoli sorprese.

Scritto da |2018-09-06T19:59:04+00:006 settembre, 2018|Orientamento|0 Commenti
Stefania_Ambrogio
L'estetica del sorriso una fissazione, il test un ostacolo. Stefania Ambrogio, classe 1993, oggi studentessa di Odontoiatria. Testbusters mi ha incoraggiata a dare il massimo al test e ancora oggi ci sono dentro, collaborando per la sezione di biologia.

Manuali in Prevendita. Verranno spediti da Fine Gennaio Ignora